Un Piano di Azione Post-Evento

Aumentate ed adattate queste azioni programmate in base alle necessità della vostra comunità, mentre seguite il flusso di ciò che è richiesto mano a mano che la situazione reale evolve.  Tenete in mente che essere presenti in modo calmo, affettuoso e adattabile sarà il migliore e necessario contributo per il completamento e il successo del Piano di Azione e sarà di grande beneficio nel servire le necessità dei membri della vostra comunità.

Immediatamente Dopo l’Inizio dell’Evento (da 0 a 3 ore)

  • Contattate i membri della Protezione Civile per iniziare la distribuzione delle Istruzioni per i Dirigenti delle Comunità.
  • Informarsi su amici, familiari, vicini, colleghi o conoscenti che possono aver bisogno di aiuto.
  • Se è notte, consegnate le Istruzioni per i Dirigenti delle Comunità e spiegate la situazione ai dirigenti delle forze dell’ordine (Polizia e Carabinieri) e dei Vigili del Fuoco e chiedetegli di convocare immediatamente il personale fuori servizio procedendo con i membri del Consiglio Comunale e il Sindaco.
  • Stabilite un contatto con vari livelli di mezzi di comunicazione, principali o alternative, locali, nazionali o internazionali, per iniziare il Piano di Azione per i Mezzi di Comunicazione per l’Evento.

Giorno 1

  • Appena fattibile e per coloro che si sentono pronti e capaci di farlo, per favore condividete i dati generali con i mezzi di comunicazione, così come  sono evidenziati in grassetto nell’articolo “Piano di Azione per i Mezzi di Comunicazione per l’Evento” al link qui sopra.
  • Consegnate il documento – prima al Sindaco, al Consiglio Comunale, ai Dirigenti delle forze dell’ordine e dei Vigili del Fuoco; poi proseguite con coloro che considerate più responsabili e adatti per informare la popolazione, dirigere l’erogazione delle risorse della comunità per mantenere stabile e continua la fornitura dei beni e servizi necessari attraverso il sistema di distribuzione e anche mantenendo sicure le aree pubbliche per riunioni e assemblee.
  • Utilizzate i membri più intelligenti ed equilibrati della Protezione Civile per fornire in gruppo ulteriori dettagli verbali ai dirigenti della comunità (Sindaco, capi di forze dell’ordine e Vigili del Fuoco).
  • Se i dirigenti della comunità non possono essere raggiunti abbastanza rapidamente, considerate di rivolgervi ad altri che possano avere una linea di comunicazione con essi quali membri eletti localmente del Consiglio Comunale e/o un Dirigente in Seconda delle forze dell’ordine o dei pompieri.
  • Raggiungete immediatamente ogni contatto, amici, amici di amici, ecc. che possano fornire una linea diretta per raggiungere dirigenti e responsabili.
  • Consegnate copie delle Istruzioni per Dirigenti di Comunità alla direzione delle aziende di servizi pubblici (gas, elettricità, trasporti, ecc.), ai negozi e supermercati, agli ospedali, alle scuole e alle ditte locali.
  • In cooperazione con le autorità locali, la Camera di Commercio (utilizzando una diffusione e-mail a tutte le ditte delle Istruzioni ai Dirigenti della Comunità), i mezzi di comunicazione e i membri della Protezione Civile, informate più residenti locali possibile sull’Evento.
  • Definite la disponibilità per la condivisione delle notizie e le assemblee della comunità in strutture e locali pubblici pre-esistenti quali scuole e auditorium, sale per concerti e teatri, cinema, impianti sportivi, centri congressi, ecc.
  • Se necessario, organizzate delle strutture pubbliche all’interno di luoghi centrali per condividere le notizie.
  • Chiedete a tutti i residenti informati di “propagare nel mondo” attraverso amici, familiari, colleghi e contatti nei social media con ogni mezzo e in ogni modo possibile.

Durante la notte (Giorno 1)

  • Completate il contenuto degli annunci pubblici e stabilite quali membri delle autorità/comunità locali comunicheranno gli aggiornamenti ai residenti.
  • Organizzate programmi per i necessari gruppi di volontari.
  • Scegliete individui che mantengano la comunicazione con i contatti militari per ogni possibile richiesta di rifornimento di cibo, acqua e carenze di base, oltre a ottenere informazioni aggiornate.

Giorno 2

  • Se non è iniziato il giorno 1, iniziate gli annunci pubblici nei luoghi stabiliti e se possibile attraverso le TV locali e le stazioni Radio utilizzando le informazioni scritte nel Piano di Azione per i Mezzi di Comunicazione per l’Evento, le Istruzioni per i Dirigenti di Comunità e qualunque aggiornamento disponibile sulla situazione.
  • Annunciate incontri di Assistenza e Accoglienza per le discussioni e mense aperte per la comunità alle quali tutti possono contribuire.
  • Stabilite in collaborazione con le autorità locali le necessità di breve, media e lunga portata.
  • Contattate e chiedete l’assistenza a tutte le squadre locali di pronto intervento conosciute, aggiungendo i gruppi di attivisti ambientali, politici e sociali.
  • Affermate pubblicamente il bisogno immediato di vari membri di comitati di volontari, iniziate a registrare i nuovi membri e fornite loro le necessarie direzione, educazione e supporto.

Una possibile selezione di obiettivi per i Comitati di Volontari da formare:

  • Rifornimenti regolari di cibo e acqua e anche metodi e produzioni da fonti e risorse alternative (per esempio, sorgenti idriche locali).
  • Alloggi e ricoveri alternativi (per es., chiese, magazzini e appartamenti sfitti o sequestrati) per i senza tetto.
  • Incontri di Assistenza e Accoglienza e pasti nelle mense (date una occhiata a National Night Out per idee e risorse; Loro organizzano riunioni comunitarie annuali che sono spesso mense aperte in cui tutti condividono il cibo e può socializzare con i vicini).
  • Banchi di cibo, banchi alimentari e servizi di consegna quali (negli USA) Meals On Wheels.
  • Sussidi essenziali di base, mantenimento delle linee di rifornimenti o acquisizione di nuove alternative.
  • Incontri di scambi di prodotti necessari.
  • Mantenere il personale nelle aziende e strutture indispensabili, gli ospedali e i negozi alimentari.
  • Coordinazione e mobilizzazione di tutti i gruppi pre-esistenti di volontariato locale, congregazioni di carità e attivisti.
  • Squadre di pronto intervento e di soluzione di conflitti.
  • Gruppi di milizie locali per aiutare le forze di sicurezza locali nel mantenere l’ordine.
  • Centri di consulenza per traumi e crisi emotive, centri per la guarigione energetica e corporea.
  • Gruppi itineranti di studenti con scopi e abilità multiple.
  • Raggiungere attraverso i Social media i paesi e le città vicine per programmare educazione e assistenza.
  • Supporto per gli anziani, i disabili e i senza tetto.
  • Manifestazioni artistiche di comunità per la riduzione dello stress (spettacoli gratuiti di musica, danza e teatro), sostegno morale e ispirazione.
  • Saggezza e accompagnamento spirituale.
  • Serbatoi di idee per programmare il presente e il futuro e i progetti necessari.

Giorno 3 e successivi

  • Annunciate l’accesso a luoghi scelti e/o i recapiti telefonici per i centri traumatologici e i notiziari di aggiornamento.
  • Siate creativi nell’ispirare le aziende locali a rimanere operative.
  • Fate rapporto per limitare l’aumento fraudolento dei prezzi e l’accaparramento dei beni essenziali.
  • Chiedete alle aziende locali di accettare assegni, oro e argento e forme diverse di pagamento.
  • Accertate se la Camera di Commercio locale o statale/provinciale può stabilire un titolo monetario provvisorio con le aziende locali.
  • Annunciate incontri di scambio per i beni necessari.
  • Invitate ogni survivalista locale a farsi avanti per condividere attrezzature extra e aiutare a educare gli altri.
  • Incoraggiate i cittadini a condividere con il prossimo quello che hanno.

In conclusione, più grande sarà il livello di preparazione che riusciremo a portare all’Evento, seguito dal compiere le azioni giuste, più veloce e utile sarà la diffusione di informazioni e accompagnamento verso i membri della comunità.  Questo porterà a un maggiore livello di ordine, comprensione, civiltà e cooperazione che sono cruciali per la tranquillità e il benessere ottimali dei nostri compagni fratelli e sorelle.

Questo testo è basato sull’articolo Un Piano per Mantenere la Sicurezza durante l’Evento di Nova Biscotti (newagebiscuit@gmail.com) e le linee guida Gruppi di Supporto all’Evento.

Compilato da David Gane: humilitynow@yahoo.ca

Un-Piano-di-Azione-Post-Evento.pdf (47 download)

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: